OTTIMI RISULTATI DELLA CONVENZIONE BCC - LEGAMBIENTE:

 

 

Circa 50 milioni di euro finanziati dal Credito Cooperativo marchigiano per l'installazione di impianti ad energia rinnovabile

A tre anni dalla firma dell'accordo tra Legambiente Marche e Federazione Marchigiana Banche di Credito Cooperativo per la diffusione delle energie rinnovabili e del risparmio energetico, le fonti alternative hanno fatto molta strada nella nostra Regione. Numerosissimi gli investimenti in questi anni a sostegno degli impianti alimentati dalle rinnovabili e fortissima la crescita della sensibilità sulle tematiche ambientali del risparmio energetico e della conoscenza delle nuove forme di energia pulita.

Dal 2007 ad oggi sono stati richiesti dalla clientela ed approvati da Legambiente Marche circa 15 milioni di euro di investimenti per 320 impianti alimentati ad energia alternativa (da una stima oltre 2 milioni di kg di CO2 risparmiata), sono stati finanziati dalle BCC oltre 10 milioni di euro (230 impianti) in convenzione più ulteriori 20 milioni di euro fuori convenzione (per altri 140 impianti); a questi si aggiungono ulteriori circa 20 milioni di euro erogati da Banca Agrilesing, per cui complessivamente il Credito Cooperativo nelle Marche ha finanziato il settore delle energie rinnovabili con più di 50 milioni di euro.

Un trend in continua crescita che lascia ben sperare sulle sorti energetiche della Regione.

Per ampliare ulteriormente l’offerta è stata definita una nuova tipologia di prestito volta ad avvicinare ancora di più le esigenze dei cittadini che in questi anni hanno dimostrato notevole interesse per l'installazione di impianti alimentati dalle rinnovabili e per il risparmio energetico.

Si tratta di prodotto pensato per venire incontro alle famiglie, in quanto una maggiore durata del finanziamento consente un ammortamento del prestito più in linea con gli incentivi del Conto Energia: importo massimo previsto di 30.000 euro, durata massima di 180 mesi e tasso estremamente vantaggioso.

Nasce, inoltre, la "Carovana del Clima" che, con una mostra didattica, sta percorrendo in lungo e largo la regione Marche incontrando scuole, giovani e cittadini proponendo un viaggio nel mondo dell'energia, in particolare su risparmio energetico e produzione da fonti rinnovabili.

"Energia Pulita, Futuro Rinnovabile", questo il nome della mostra che si presenta come una guida accurata sul mondo delle energie alternative e sul loro impiego nella vita quotidiana oltre ad indicare numerosi consigli pratici su come risparmiare energia.

Importante alleato del rapporto tra Legambiente e BCC è il Piano Energetico Ambientale Regionale che fa delle energie rinnovabili lo strumento per abbattere le emissioni di CO2, creare nuovi posti di lavoro, tutelare la salute e il paesaggio, interrompere la dipendenza da fonti fossili e avvicinarsi così sempre di più alle scelte fatte dalla Comunità Europea.

Questi i temi al centro della conferenza stampa che si è tenuta questa mattina alla presenza dell'assessore regionale all'energia Fabio Badiali, del presidente della Federazione Marchigiana Banche di Credito Cooperativo Bruno Fiorelli, del presidente di Legambiente Marche Luigino Quarchioni e del direttore della Federazione Marchigiana Banche di Credito Cooperativo Silverio Dorsi.

Durante la conferenza stampa è stato consegnato dal presidente della Federazione Marchigiana delle BCC Bruno Fiorelli all'assessore regionale all'energia Fabio Badiali il melograno, simbolo delle BCC, in segno di riconoscimento per il sostegno alle energie rinnovabili.

Interventi:

Assessore Regionale all'energia Fabio Badiali - "C'è bisogno di cambiamento culturale e l'accordo tra Legambiente e BCC è la testimonianza che qualcosa sta accadendo. Da tre anni queste due forze, ben integrate sul territorio, operano per lo sviluppo delle fonti rinnovabili e per il radicamento del Piano Energetico Ambientale Regionale che è il nostro fiore all'occhiello a cui dobbiamo mettere le ali e che tutti noi dobbiamo aiutare a far decollare. Non dobbiamo dimenticare il risparmio economico che può derivare dall'installazione di impianti alimentati da fonti rinnovabili."

Presidente Federazione Marchigiana BCC Bruno Fiorelli - "50 milioni di euro sono indicativi della significativa crescita che in questi anni hanno conosciuto le fonti rinnovabili e della sensibilità sulle tematiche ambientali del risparmio energetico e delle fonti rinnovabili. Quella che noi abbiamo intrapreso tre anni fa è una vera e propria missione sociale che ci vede ben integrati con il territorio e la cittadinanza a cui siamo andati incontro con la definizione del nuovo pacchetto."

Direttore Federazione Marchigiana BCC Silverio Dorsi - "Il nuovo prodotto è stato pensato proprio per venire incontro alle numerose famiglie che abbiamo incrociato in questi anni e che hanno voluto investire nelle fonti rinnovabili. Infatti il finanziamento è proporzionato esattamente al fabbisogno energetico dei nuclei familiari che si aggira intorno ai 3 – 4 KW come pensata per le famiglie è anche la durata del mutuo che si prolunga fino ai 180 mesi facilitandone così il pagamento."

Presidente Legambiente Marche Luigino Quarchioni - "Un matrimonio, quello tra Legambiente e BCC, che testimonia il grande investimento che è stato fatto sullo sviluppo delle energie rinnovabili. La sfida che in questi anni ci siamo dati è quella di dare un valore aggiunto alla comunità grazie anche alle moltissime iniziative messe in piedi in questi anni nelle piazze, negli incontri pubblici e nei luoghi più vicini ai cittadini.

Questa sfida al cambiamento deve continuare e deve essere fatta insieme alle associazioni, le istituzioni e tutta la comunità allargata".

 


© 2018 Federazione Marchigiana Banche di Credito Cooperativo P.IVA 00258690429 - web by dagomedia