giovedì 18.10.2018  10.53

30.03.2004 - Comunicato Stampa

SIGNIFICATIVA CRESCITA DEL CREDITO COOPERATIVO MARCHIGIANO NEL 2003

Proseguendo una tendenza, ormai largamente consolidata negli anni, che ha visto il localismo e la mutualità del Credito Cooperativo delle Marche premiati da dati andamentali e strutturali sempre particolarmente positivi, nel 2003 le BCC della Regione hanno registrato risultati significativi sia in relazione all'attività di intermediazione creditizia, sia con riferimento ai profili reddituali.
In particolare, la raccolta diretta da clientela è passata, rispetto al dicembre 2002, da 3.371 a 3.735 milioni di euro registrando un incremento dell'11%, mentre gli impieghi sono stati pari a 2.979 milioni di euro, con un aumento medio del 20% rispetto al 2002 (2.495 milioni di euro), spinti da un forte incremento dei mutui destinati alla edilizia abitativa (+36%).
Le relative quote di mercato regionali si sono pertanto incrementate posizionandosi attorno ad un 13,5% nella raccolta da clientela e ad un 9,5% per gli impieghi, con punte che sfiorano il 20% per quelli ad imprese con meno di 20 dipendenti.
Il margine d'interesse ha evidenziato una crescita del 13% influendo positivamente sul margine d'intermediazione e sul risultato lordo di gestione, rispettivamente saliti del 13% e del 29%. I costi operativi si sono incrementati del 6,3%.
L'utile netto di esercizio, effettuati più che prudenti accantonamenti ai fondi rischi, è passato da 25 a 32 milioni di euro con un incremento del 28% che corrisponde ad una remunerazione netta del patrimonio pari all'8,3%: considerato che gli utili delle BCC, di norma, non possono essere distribuiti se non in misura minima, tale risultato contribuirà ad un ulteriore rafforzamento patrimoniale del Credito Cooperativo regionale che permetterà inoltre di migliorare ancor più le condizioni di offerta dei prodotti e servizi a soci e clienti.
Confermato anche il positivo trend di crescita relativo al personale: al 31.12.2003 i dipendenti delle BCC delle Marche sono risultati 1.078, con un incremento del 13% rispetto ai 954 del 31.12.2002.
Anche l'articolazione territoriale ha continuato a far registrare dati più che positivi come testimoniato dalle numerose aperture di nuovi sportelli sul territorio marchigiano, passati dai 136 di fine 2002 ai 140 di fine 2003, con ulteriori prospettive di crescita che consentiranno il superamento di quota 150 entro l'anno.



© 2018 Federazione Marchigiana Banche di Credito Cooperativo P.IVA 00258690429 - web by dagomedia