sabato 20.10.2018  08.27

Comunicato Stampa

Oggi 17 giugno 2006, nella suggestiva cornice del Palazzo dei Capitani di Ascoli Piceno si è tenuto un convegno organizzato dalla Federazione Marchigiana Banche di Credito cooperativo sul tema "Credito Cooperativo verso orizzonti nuovi. Le BCC e lo sviluppo delle imprese marchigiane sui mercati esteri".

Dopo l’indirizzo di benvenuto ed il saluto da parte delle Autorità, di fronte a circa 150 presenti (politici, imprenditori ed esponenti del credito cooperativo nazionale e locale), la prima relazione svolta dal Presidente della Federazione, Bruno Fiorelli, sul tema "Il Credito Cooperativo, banche locali nel mercato globale", ha evidenziato il particolare ruolo delle BCC Marchigiane nel sostegno al contesto socio – economico locale e, nello specifico, il contributo sempre crescente nei confronti della clientela operante nel comparto estero.

Il Direttore della Federazione, Silverio Dorsi, ha poi riferito sul posizionamento e sulle prospettive delle BCC Marchigiane sottolineando e commentando i più recenti dati mandamentali, con particolare attenzione, anche in raffronto con il resto del sistema, su alcuni indicatori di conto economico e di rete distributiva.

Ha poi preso la parola il Prof. Alberto Niccoli dell’Università Politecnica delle Marche sul tema "Il dinamismo delle imprese marchigiane – cooperare per competere nei mercati aperti". Il Prof. Niccoli ha evidenziato, in particolare, come le imprese manifatturiere marchigiane debbano puntare, fatte salve alcune eccezioni, ad una forte ricapitalizzazione ed al rilancio degli investimenti per crescere in termini di competitività e di quote di mercato.

Nella successiva tavola rotonda tre noti brand marchigiani si sono confrontati con le BCC e l’Ente Regione sul tema "Esportare, fare joint venture, delocalizzare, rilocalizzare".

In particolare, gli imprenditori Enrico Bracalente (Amministratore Unico Nero Giradini), Luca Guzzini (Presidente Teuco Guzzini S.p.A.) e Federico Vitali (Presidente FAAM S.p.A. e neo Presidente Confindustria Marche) hanno riferito sulle proprie esperienze imprenditoriali sottolineando l’assoluta necessità di fare sistema, di investire in risorse umane e di internazionalizzarsi per crescere.

Il neo presidente di Confindustria Marche, in particolare, ha svolto una forte difesa dell’impresa marchigiana invitando la Regione e tutti gli altri attori del sistema economico a mettere insieme le energie per presentarsi forti e coesi sui mercati esteri.

Il Vice Presidente della Giunta Regionale, Luciano Agostini, ha sottolineato, da un lato, le notevoli eccellenze della realtà imprenditoriale marchigiana e le sue grandi capacità di adattamento e, dall’altro, l’esistenza di fattori di criticità cui fare fronte dando concretezza a tematiche importanti come la qualità, l’innovazione e la ricerca, auspicando che la Regione e l’intera imprenditoria regionale possano concretizzare al più presto unitari processi di internazionalizzazione. Il Vice Presidente ha infine richiamato l’attenzione sul ruolo attivo e propositivo che le Banche di Credito Cooperativo ricoprono e potranno sempre più ricoprire nel supporto alle imprese.

I lavori sono stati conclusi dal Presidente della Federazione Italiana BCC, Alessandro Azzi, che ha riassunto le numerose sollecitazioni emerse nel corso dei lavori, ribadendo l’impegno di tutte le strutture del Credito Cooperativo per una sempre più qualificata azione di supporto al mondo imprenditoriale.

Ascoli Piceno, 17 giugno 2006



© 2018 Federazione Marchigiana Banche di Credito Cooperativo P.IVA 00258690429 - web by dagomedia