mercoledì 25.04.2018  14.20

Settembre 2004 - Comunicato stampa

CREDITO COOPERATIVO MARCHE: PIU’ CHE POSITIVI I RISULTATI DEL PRIMO SEMESTRE DEL 2004

Le Banche di Credito Cooperativo delle Marche confermano anche nel 2004 i convincenti risultati del 2003 facendo registrare nel primo semestre dell’anno un utile netto d’esercizio pari a 17,6 milioni di euro, così consolidando il ruolo di autentiche "banche locali" delle BCC, radicate nel territorio e ad esso legate grazie alla continua attenzione rivolta alla valorizzazione delle risorse locali.
Al 30 giugno 2004 le 19 Banche di Credito Cooperativo della Regione, aderenti alla Federazione Marchigiana, hanno infatti registrato - come ha evidenziato il Direttore Generale di quest'ultima, Dott. Silverio Dorsi, in particolare con riferimento ai volumi - una crescita consistente sia della raccolta diretta da clientela, passata, rispetto al giugno 2003, da 3,6 a 4 miliardi di euro sia degli impieghi saliti da 2,7 a 3,2 miliardi di euro.
In aumento rispetto all’anno passato il margine di interesse che con un incremento del 12,5% ha ovviamente contribuito anche alla crescita del margine di intermediazione e del risultato lordo di gestione, rispettivamente saliti del 7,1% e del 7%.
Anche l’espansione sul territorio continua a far registrare dati più che positivi: con le cinque filiali inaugurate nel primo semestre del 2004, gli sportelli delle BCC delle Marche sono saliti a 145 (138 nel 2003), peraltro con un ulteriore incremento nei mesi successivi. Ad oggi, infatti, il numero delle filiali è salito a 149 unità e con due nuove aperture previste nel prossimo mese il Credito Cooperativo supererà il traguardo delle 150 filiali.
Allo sviluppo territoriale ha fatto seguito un incremento della forza lavoro: i dipendenti sono infatti passati dal 2003 al 2004 da 1.024 a 1.069.
La Base sociale, da sempre particolare punto di forza della struttura "cooperativa" delle BCC è passata da circa 27.000 a quasi 29.000 soci.
L’impegno e l’attività delle 19 BCC delle Marche nei confronti dell’ambiente socioeconomico e il conseguente valore creato è documentato nel Bilancio Sociale e di Missione che il Credito Cooperativo delle Marche, fra i primi soggetti a redigere un documento di tale natura, pubblica dal 2001 offrendo importanti elementi di valutazione circa l’aspetto sociale della propria attività aziendale.
Nel Bilancio Sociale e di Missione posso essere ricercati i princìpi che da sempre differenziano le BCC dalle altre realtà del sistema bancario, i princìpi della mutualità e del localismo, il loro essere banche radicate nel territorio, coinvolte nello sviluppo della comunità locale, nel miglioramento della qualità della vita dei membri di quest’ultima e - come affermato recentemente dal Presidente della Federazione Marchigiana delle Banche di Credito Cooperativo, Bruno Fiorelli - nella valorizzazione delle risorse locali nel loro contesto ambientale e culturale cui è legata anche la stessa crescita delle BCC.



© 2018 Federazione Marchigiana Banche di Credito Cooperativo P.IVA 00258690429 - web by dagomedia