mercoledý 24.01.2018  10.22

Settembre 2003 - Comunicato stampa

PIU' CHE POSITIVI I RISULTATI DEL CREDITO COOPERATIVO MARCHIGIANO

Con un significativo balzo dell'utile netto semestrale, che al 30 giugno 2003 ha registrato un incremento del 62% rispetto al pari periodo dello scorso anno, il Credito Cooperativo Marchigiano ha conseguito ulteriori traguardi nell'alveo di quel radicato e forte rapporto con il territorio che qualifica sempre di pi¨ le Banche di Credito Cooperativo come autentiche "banche locali".
Al 30 giugno le 19 Banche di Credito Cooperativo della Regione, aderenti alla Federazione Marchigiana, hanno infatti registrato - come ha evidenziato il Direttore Generale di quest'ultima, Dott. Silverio Dorsi - in particolare con riferimento ai volumi, una crescita consistente sia della raccolta diretta da clientela, passata, rispetto al giugno 2002, da 3.105.752.000 a 3.558.766.000 euro con un incremento del 14,6%, sia degli impieghi, saliti da 2.244.103.000 a 2.691.602.000 euro con un aumento del 19,9%. Tali aumenti hanno sicuramente consolidato le quote di mercato nella regione attestate, al 31 dicembre 2002 al 13,3% per la raccolta da clientela ed al 9,1 per gli impieghi.
Ne Ŕ derivato un incremento del 10,9% del margine di interesse che ha ovviamente contribuito anche alla crescita del margine di intermediazione e del risultato lordo di gestione, rispettivamente saliti del 18,8% e del 45%.
L'utile netto di esercizio, cresciuto - come detto - del 62%, Ŕ passato da 11,6 a 18.8 milioni di euro.
L'articolazione territoriale ha registrato un ulteriore ampliamento con un numero di sportelli salito da 127 a 140 di cui 132 nella regione, 4 nella vicina Romagna e 3 in Abruzzo. Sabato 13 settembre Ŕ prevista l'apertura di un ulteriore sportello della BCC Picena Truentina ad Alba Adriatica.
La gestione di tali ritmi di crescita ha naturalmente influito sulla politica del personale in controtendenza con quanto operato generalmente dal restante sistema bancario regionale. I dipendenti sono infatti passati dai 971 del 30 giugno 2002 agli attuali 1.024 con quasi esclusiva assunzione di neo diplomati e neo laureati residenti nelle zone di competenza delle Banche di Credito Cooperativo.
I soci, da sempre particolare punto di forza della struttura "cooperativa" di tali Banche, sono saliti da 25.800 ad oltre 27.000.
La partecipazione delle 19 Banche di Credito Cooperativo Marchigiane ad un articolato sistema - rete regionale e nazionale che ha assicurato ed assicura integrazione, sinergie ed economie di scala, oltre a favorire l'offerta alla clientela di una crescente gamma di prodotti e servizi particolarmente competitivi potrÓ gradualmente consentire, come ha sottolineato il Presidente della Federazione, Prof. Bruno Fiorelli, la definizione, in ambito regionale, di un gruppo che, pur mantenendo le singole autonomie, si presenti alle istituzioni, alle aziende ed alla clientela, sempre pi¨ coeso ed unitario.
In stretta correlazione con tali obiettivi si sta inoltre avviando un organico processo di comunicazione atta a dare la dovuta visibilitÓ al Credito Cooperativo Marchigiano, sia in relazione alle sue specifiche peculiaritÓ, sia con riferimento ai prodotti e servizi a disposizione presso ogni Banca di Credito Cooperativo.



© 2018 Federazione Marchigiana Banche di Credito Cooperativo P.IVA 00258690429 - web by dagomedia